Skip to main content

Quo usque....

Di più
6 Anni 9 Mesi fa #41 da gonzales.luciano
Quo usque.... è stato creato da gonzales.luciano
Il "mestiere" del cappellano in un carcere è fatto anche e soprattutto di attese.Attese lunghe;attese proficue;attese belle e anche brutte. In una di queste mi capitò tra le mani il buon vecchio Cicerone e quel giorno,manco a farlo a posta, ero reduce dalla lettura mattutina del nostro forum del quale (anche se lo leggicchio) mi diverte soprattutto il contare il numero(incredibilmente basso) delle occorrenze dei partecipanti.Sarà il caso,sarà l'ambiente propizio alle tentazioni ma fui spinto ad andare alla prima delle Orationes in Catilinam. Ripeto sarà l'ambiente propizio alle tentazione perciò perdonatemi ma non ho potuto trattenermi da fare un accostamento che ad orecchie sante e nobili avrebbe il sapore del connubio con il numero basso dei partecipanti e ripetere insieme all'arpinate: QUO USQUE TANDEM ABUTERE .........PATIENTIA NOSTRA?QUAM DIU ETIAM TUUS NOS ELUDET?
Lui era stufo di Catilina si dovrebbe dedurre che io sarei stufo di qualcuno?
Ma niente affatto !! E' solo una divagazione dovuta ad un attesa in carcere...una delle tante.
I seguenti utenti hanno detto grazie : buono.giuseppe, musi.giovanni, zoccarato.silvano

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 4 Mesi fa #62 da buono.giuseppe
Risposta da buono.giuseppe al topic Quo usque....
Caro Luciano, non so neanche io -che pure non sono n carcere!- come mi è venuta voglia di rispondere alla tua riflessione. Forse sarà la vecchia amicizia che mi ha ricordato gli anni di vicinanza a tua mamma, e a te. Ecco: voglio citarti anch'io un detto latino, non rubato!: GUTTA CAVAT LAPIDEM ...
Una preghiera e un abbraccio. Buona missione tra i fratelli carcerati. Ciao.
Padre Buono

Si prega Accedi a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.350 secondi
Powered by Forum Kunena